IL GOVERNATORE INAUGURA L’ANNO SOCIALE PRESIEDUTO DA ANGELA COCO

18 Ott, 2019-

IL GOVERNATORE INAUGURA L’ANNO SOCIALE PRESIEDUTO DA ANGELA COCO

Una serata piena di momenti importanti, impreziosita dalla presenza del Governatore Angelo Collura, quella dell’inaugurazione del nuovo anno sociale del Lions Club Giarre-Riposto, presieduto da Angela Mariagrazia Coco.

L’elegante sala dello Yachting Club hotel di Riposto (dopo un aperitivo a bordo piscina) si è riempita di soci, presidenti e dirigenti di club limitrofi, officers distrettuali (tantissimi del Lions locale), tra cui i presidenti di zona Salvino Barbagallo (in sede) ed Eugenio De Luca, rappresentanti di altri club service ed associazioni.

Introdotta dalla cerimoniera Lucia Leotta (coadiuvata dalla vicecerimoniera distrettuale Agata Caldarera), la presidente Coco ha esordito salutando e ringraziando i presenti ed il governatore Collura anche per i numerosi incarichi affidati ai soci del suo club; quindi il primo atto caratterizzante una cerimonia memorabile è stato l’ingresso di un nuovo socio, l’ing. Alfio Pennisi, a riprova della vitalità di un club considerato importante punto di riferimento nell’ambito distrettuale, come confermato dalle parole del governatore.

La presidente ha quindi appuntato sul labaro del club un riconoscimento ottenuto dalla sede centrale per i risultati e gli obiettivi raggiunti nel corso dell’anno precedente.

Una dotta ed interessante conferenza su “Le residenze rurali dell’Etna“ è stata proposta dall’ing. Aldo Scaccianoce e dell’arch. Antonino Anastasi, dirigente del Lions Giarre-Riposto ed officer distrettuale, col supporto di suggestive diapositive.

In particolare, i professionisti hanno indicato come imprescindibile obiettivo la rivalorizzazione del territorio, attraverso un riadeguamento di funzioni, delle strutture esistenti, in un progetto territoriale che tenda ad uniformare le proprie caratteristiche in funzione dello sviluppo futuro, attribuendo al territorio in esame un unico regime di pianificazione, sia in considerazione della presenza del Parco dell’Etna, sia in funzione alle varie riserve naturali, aree vincolate a bosco, con soluzione di continuità, dare all’area una sua connotazione, sotto il profilo di un’unica pianificazione.

Ciò serve a dare uno sviluppo omogeneo ed uniforme al territorio -ha affermato Anastasi- e questo faciliterebbe la creazione di itinerari turistici, che implichino la presenza di valorizzate caratteristiche del territorio. Attraverso l’agriturismo e al turismo rurale, questo vuole essere il mezzo per poter recuperare tutte quelle connotazioni limitative dell’agriturismo per ampliare il processo di recupero del patrimonio edilizio fondiario in via di abbandono e di degrado, che sia connesso ad un piano di incentivazione uniforme sul  territorio e non puntiforme, e attuare una strategia progettuale il più possibile correlata con la realtà“.

E’ stato poi consegnato il Premio Lions 2019 alla musicista e direttrice d’orchestra Claudia Patanè, che tanto lustro dà a Giarre ed alla Sicilia intera con la sua attività in Italia ed in tutta Europa, come sottolineato dal presidente dell’apposito comitato prof. Nicolò Mineo e dal past presidente Salvino Barbagallo.

Le conclusioni, affidate -come da cerimoniale- al governatore, sono state ricche di spunti di riflessione e di verifica del significato “essere Lions”. Angelo Collura, con le capacità affabulatorie che lo contraddistinguono, ha invitato a vivere un lionismo concreto, fuori dai formalismi ed improntato ad unità ed unitarietà. Gli applausi calorosi che hanno preceduto la successiva, gustosa cena a base di pesce, hanno rimarcato il gradimento per questo governatore che punta molto sullo spirito di servizio che deve caratterizzare l’attività dei Lions.

117 Condivisioni